Musica Italiana

 
  1. Mentre studiavo in Italia ho scoperto un loro importantissimo tesoro artistico nazionale - Mina. Ancora oggi è venerata in Italia. Come cantante/cantautrice, io sono totalmente, entusiasticamente, innamorata di lei e della sua musica. Ed essendoitalo-americana, sono molto orgogliosa di lei. La sua musica ha avuto un impatto sul mio amore per la lingua italiana cantata e parlata, che io studio continuamente, non solo per migliorarlo, ma anche per sentirmi più vicina alle mie radici. Per me, tutto è in qualche modo meglio in italiano. Non lasciatevi ingannare dal mio nome d'arte, Townsend,– sono italiana al 100%.


  2. Viva la Diva Mina!


  3. ~ Bobbie deCandido


  4. When I was studying in Italy I discovered their most important national treasure - Mina.  She is revered in Italy til this day.  As a singer/songwriter, I am totally, unabashedly, enamored of her and her music.  As an Italian-American, I am very proud of her.  Her music has impacted my love for the sung and spoken language of Italian, which I study continuously, not only to improve my speaking and writing, but also to feel closer to my roots. For me, everything is just somehow better in Italian.  Don’t let my stage name, Townsend, fool you - I am 100% Italian.

  5. Viva la Diva Mina!


  6. ~ Bobbie deCandido

Se Stasera Sono Qui

  1. Questa è la prima canzone di Mina che ho ascoltato quando studiavo ad Urbino. Il Rock 'n roll incontra il burlesque! É stata scritta da Luigi Tenco, un artista con una tragica fine.


This is the first Mina song I ever heard, while I was studying in Urbino.  Rock ‘n roll meets burlesque!  It was written by Luigi Tenco, a tragic artist in his own right.

  1. Io e Te Da Soli

  2. Una canzone di Mina molto malinconica, scritta da Lucio Battisti, sul destino condannato di tutte le relazioni romantiche. Al meno questo è ciò che mi sembra trasmettere.


  3. A very sad Mina song, written by Lucio Battisti, about the doomed nature of all romantic relationships.  At least that’s what it means to me.

  1. Se Telefonando

  2. Con il testo scritto da Maurizio Costanzo e Ghigo DeChiara, e la musica e gli arrangiamenti di Ennio Morricone (che afferma di essere stato inspirato dalle sirene della polizia di Marsiglia), questa canzone di Mina pubblicata nel 1966, and Dio mio, does it sound like it! Non capisco esattamente cosa vuoi dire. La perfezione del pop degli anni sessanta al suo culmine che ancora oggi riecheggia - ahimè le canzoni non sono più scritte come una volta.


  3. With lyrics written by Maurizio Costanzo and Ghigo DeChiara, and music and arrangement by Ennio Morricone (who claims he was inspired by the sound of police sirens in Marseille), this Mina song came out in 1966, and Dio mio, does it sound like it!  Sixties pop perfection at its finest that stands up to this very day - they really don’t write them like they used to. 

  1. Non Credere

  2. Questa canzone non potrebbe essere più intensa. Con la musica di Luigi Clausetti e Pietro Soffici, e il testo di Mogol (lo stesso paroliere che scrisse Al di Là), é probabilmente una delle canzoni più rappresentative dello stile di Mina (insieme a Io e Te Da Soli). Cantare questa potente canzone, mi convince che semplicemente grazie alla purezza di queste note trasportate dal vento, é possibile cambiare la realtà.


  3. It doesn’t get any more intense than this.  With music by Luigi Clausetti and Pietro Soffici, and lyrics by Mogol (the same lyricist who wrote Al di Là), it’s probably one of the most Mina-est songs (up there with Io e Te Da Soli).  Singing this powerful song makes me believe that just by virtue of these notes carried in the wind, reality can be changed.  That’s the power of music.

  1. La Voce Del Silenzio

  2. Questa canzone è la prima incisa da Mina che sia stata scritta da Paolo Limiti, autore del testo, mentre la musica è di Elio Isola.  Mina diede grande notorietà al brano sul suo album Mina alla Bussola dal Vivo nel 1968. È un tour de force.  Spero di averla fatto giustizia, anche un po’!


  3. This song was the first Mina recorded written by lyricist Paolo Limiti and composer Elio Isola. Mina made this song very famous on her Mina alla Bussola dal Vivo album in 1968. It is a tour de force. I hope I did it justice, even a little!

Clicca sul titolo per ascolare.
Click on the title to listen.